community | chi siamo | contattaci
registrati

utente password
voglio registrarmi!
password dimenticata?


Coniglio al tegameInsalata di coniglio, caramello al pompelmoCosce di coniglio farciteConiglio arrostoTagliata di coniglio di Clap con purea di asparagi verdiBlecs al ragù di coniglio alla vecchia manieraFiletto di coniglio ai sapori nostraniLombatina di coniglio con purè di piselliMisticanza aromatica con coniglio e zenzeroConiglio al Marsala con le sue cervella fritteConiglio caramellato alle cipollePiccole tartine con crema di fegatini di coniglioCosce di coniglio al RefoscoConiglio disossatoPappardelle coniglio e zafferano di Dardago


Ricette > Cerca

Coniglio ripieno

 Feed Rss  Segnala ricetta  English  Stampa  
 
Coniglio ripieno

di:

Ingredienti per 4 persone


Procedimento

1. In una tazza con acqua tiepida ammollate i funghi per 10 minuti.
2. Sistemate la mollica del pane in una ciotola, unite il latte e lasciate inzuppare per 5 minuti.
3. Nel frattempo togliete la pelle alla salsiccia e spezzettatela. Tritate finemente il prosciutto e la cipolla mantenendo gli ingredienti separati.
4. Togliete i funghi dalla terrina, strizzateli, tagliateli grossolanamente, metteteli in una padella antiaderente con la cipolla, il burro e 1 cucchiaio di olio e fateli insaporire per 5 minuti. Strizzate la mollica e sbriciolatela.
5. In una terrina amalgamate le carni tritate, la salsiccia, il prosciutto, la mollica, l’uovo, il prezzemolo tritato e i funghi. Salate, pepate, unite la panna, mescolate bene e riempite il coniglio con questa farcia.
6. Cucite con lo spago il ventre del coniglio, salate e pepate.
7. In una pentola portate a ebollizione 1 litro di acqua, aggiungete il brodo vegetale e mescolate.
8. Mettete il coniglio ripieno in una pirofila con 3 cucchiai di olio, coprite con un foglio di alluminio e cuocete in forno a 200° per 1 ora e 1⁄2 , togliendo l’alluminio dopo un’ora e bagnando di tanto in tanto con qualche cucchiaio di brodo.

Vino da abbinare

Merlot

Note / consigli

Il coniglio domestico europeo deriva dal coniglio selvatico, diffuso da tempi antichissimi in tutte le zone dove abbondavano erbe, radici, bacche. Il vero addomesticamento fu opera di monaci francesi; successivamente le selezioni hanno portato alla creazione di esemplari da carne apprezzati per il loro sapore gustoso.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 150 minuti
Portata secondi di carne
Origine Italia
Stagionalità autunno inverno
Tipo di preparazione al forno in padella

Commenti

Scrivi il tuo nome:

Scrivi un commento alla ricetta:
Anna Maria il giorno 26/01/2015 ha scritto:

molto buono
il giorno 26/09/2009 ha scritto:

per non servirlo troppo asciutto come si può fare?
Admin: Lo rosoli bene prima di cucinarlo, durante la cottura lo bagni in continuazione col suo sugo e lo copra con alluminio.

Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati