Alberghiera.it

Castagnaccio

di: alberghiera

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

1. Mettere a bagno in acqua tiepida 120 gr di uvetta sultanina. Impastare 500 g di farina di castagne molto fresca (sincerarsi, fiutando, che non vi sia la minima traccia di odor di muffa) con 1 litro d´acqua, 1/2 bicchiere di olio d´oliva, 4 cucchiai di zucchero, un po´ di sale.

2. Lavorare la pasta finché spariscono tutti i grumi e diventa abbastanza fluida. Ungere d´olio una tortiera, spolverizzare il fondo di pangrattato, versarvi il composto di farina di castagne, guarnirne la superficie con fogliette di rosmarino, l´uvetta e i pinoli. Cospargere la superficie con 0,5 dl di olio. Preriscaldare il forno a 220´, mettervi la tortiera;

3. Dopo 10 minuti, abbassare a 200° e cuocere per 1 ora circa. Lasciare raffreddare: non si deve mangiare caldo, al massimo appena tiepido. Variante: si può mescolare l´uvetta nell´impasto, invece di metterla solo in superficie.

Note / consigli

È una preparazione di origine toscana, ma diffusa in tutta Italia, fatta con pasta di farina di castagne zuccherata e infornata o fritta. Per anni ha accompagnato il momento beato dell´uscita da scuola di generazioni di studenti. La sua caratteristica, oltre a una certa ricchezza di guarnizioni (uvetta, pinoli), è quella di essere piuttosto spesso, circa 2 o 3 cm. In Toscana lo chiamano anche "pattona".

Caratteristiche

Tempo di preparazione 90 minuti
Portata dolci e dessert ; 
Origine Italia
Stagionalità autunno 
Tipo di preparazione al forno