Alberghiera.it

Filetti di triglia con salsa allo zafferano e fiori fritti di sambuco

di: iglescorelli

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

1. Pulire e sfilettare le triglie, cercando di mantenere intatta la pelle. Eliminare le lische con l'apposita pinzetta. Conservare in fresco.

2. Sbucciare le patate, tagliarle a rondelle di circa 1/2 cm. di spessore e saltarle in padella con un po' d'olio, al quale si saranno aggiunti l'aglio e il rosmarino. Iniziare a fuoco basso e, quando saranno quasi cotte, alzare la fiamma, rosolandole da entrambi i lati. Salarle e peparle.

3. Preparare la pastella per la frittura dei fiori di sambuco, mescolando la farina con l'acqua e un pizzico di sale. Unire l'albume semi-montato e mescolare. Farla riposare in fresco per una decina di minuti.

4. Tagliare i pomodorini in 4 parti, saltarli in padella con un filo d'olio ben caldo,aggiungere il fumetto e lo zafferano e fare restringere quasi completamente, avendo cura che non bruci. Aggiungere alla salsa un filo d'olio ed emulsionare il tutto. Conservare in caldo.

5. Cuocere brevemente le triglie a vapore. Salare e pepare. Tostare i pinoli in padella con poco olio, fino a quando saranno ben coloriti.

6. Immergere i fiori di sambuco nella pastella reggendo la corolla per lo stelo e friggere brevemente in olio ben caldo (ca. 170°C). Posarli sulla carta assorbente ed eliminare con delle forbicine quanta più parte verde di stelo possibile.

7. Disporre le patate sui piatti, nappare con la salsa allo zafferano, aggiungere le triglie, poi cospargere con i pinoli tostati. Per ultimi disporre i fiori fritti di sambuco.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 40 minuti
Portata antipasti e piatti d'apertura ; 
Origine Italia
Stagionalità primavera 
Tipo di preparazione fritto  padella