Alberghiera.it

Sardoni in savor

di: RicFriulan

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

1. Prendete le sardelle una alla volta, poggiatele sopra un tagliere e tenendole per la coda, raschiate con un coltello facendo scorrere la lama nel senso coda/testa. In questo modo le squame salteranno via da sole. Utilizzando poi la parte piatta della lama, battete i pesci per restituire alle carni la compattezza originale. Tagliate la testa, incidete il ventre ed estraete le viscere e la lisca centrale. Lavate accuratamente le sardelle e asciugatele tamponando con carta assorbente da cucina. Infarinatele.

2. In una padella con i bordi alti, versate l’olio. Quando sarà ben caldo, tuffatevi le sardelle e fatele friggere per circa 6 minuti. A cottura ultimata, scolatele e asciugatele con una carta da cucina per assorbire l’unto eccedente. Disponetele quindi su un piatto da portata.

3. Pulite, lavate e affettate sottilmente le cipolle. Mettete quindi nell’olio di cottura del pesce, aggiungete l’aceto e cuocete a fuoco basso finché le cipolle saranno quasi “lesse”. Aggiungete infine l’alloro.

4. Versate il “savôr” sulle sardelle e lasciate insaporire almeno per mezza giornata.

5. Servite il piatto freddo.

Vino da abbinare

Ribolla gialla

Note / consigli

Il savôr è stato inventato dei pescatori per poter conservare più a lungo il pesce. Esistono già ricette di savôr su libri di cucina veneziani che risalgono al XIV secolo (frizzelli in bon olio, toy uva passa e maxenala con agresta e aceto, toy cevola e lessala e battila con coltello….) Il vocabolo può corrispondere a carpione, marinata o scapece.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 60 minuti
Portata antipasti e piatti d'apertura ; 
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno 
Tipo di preparazione Fritto  padella