HotelDruid | community | chi siamo | contattaci
registrati



 Facebook
 Instagram
 Youtube

Home

C´È ARIA DI FESTA: E´ ARRIVATO IL CARNEVALE

I consigli per friggere i nostri dolci di carnevale


Le ricette tradizionali spesso prevedono l’impiego della frittura. Ciò è dovuto a motivi pratici visto che questa tecnica di cottura permette di preparare velocemente grandi quantità di prodotto.

Non è sufficiente però solo una bella fiamma e una padella capiente, ma c’è soprattutto bisogno di un olio adatto e dell’occhio esperto di chi sa riconoscere il momento giusto per immergere l’alimento.
L’olio da impiegare è quello d’arachide perché molto stabile alle alte temperature e quindi particolarmente adatto alla frittura. I migliori risultati si ottengono prestando attenzione proprio alla temperatura di cottura: l’olio deve essere ben caldo ma non troppo.
Se l’olio è eccessivamente caldo, l’esterno del prodotto si cucina troppo velocemente rispetto all’interno che resterà crudo al cuore, in più, cosa di non poco conto, a temperature alte si possono sviluppare sostanze pericolose per la salute.
Se, al contrario, l’olio non raggiunge la giusta temperatura il prodotto assorbe troppo grasso ed il dolce risulterà poco gustoso e digeribile.

Come è possibile, dunque, evitare tali errori? Esiste un metodo infallibile!
Dopo aver scaldato l’olio, immergete un po’ di prodotto: se verrà a galla rapidamente e sulla sua superficie si formeranno delle bollicine, è sicuramente ora di iniziare a friggere.
La comparsa delle bollicine è infatti dovuta all’umidità interna che, per effetto del calore, tende a portarsi verso l’esterno. Il movimento delle bollicine costituisce inoltre un valido ostacolo alla penetrazione dell’olio nell’alimento.
A temperature di cottura troppo basse, invece, l’olio penetra con più facilità all’interno del prodotto che quindi lo assorbirà.

Durante la cottura è poi fondamentale che non vi siano eccessivi sbalzi di temperatura.
Ponete quindi nella padella sempre lo stessa quantità complessiva di prodotto da friggere e suddividetelo in pezzetti di dimensioni ridotte ed uguali tra loro.

Al termine della cottura, utilizzando un mestolo a maglie molto larghe (ragno) che permette una rapida scolatura, raccogliete i vostri dolci e disponeteli poi su carta assorbente per eliminare il grasso in eccesso.

Al termine delle vostre fatiche, non dimenticate di eseguire la filtrazione dell’olio: questa operazione è molto importante perché permette di eliminare i residui di lavorazione che, in un successivo impiego, carbonizzerebbero determinando una rapida alterazione dell’olio ed una cattiva riuscita del prodotto.

Mano dunque alle padelle per crostoli, frittelle (e anche la versione con le mele) e castagnole e... buon Carnevale a tutti!!!

 
Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati