community | chi siamo | contattaci
registrati

utente password
voglio registrarmi!
password dimenticata?


Crostatine con ricotta e asparagiRisotto con asparagiRavioli di asparagi su crema di pomodoro cuore di bue e burrataTartare di uova e asparagiTra terra e mareCrespelle agli asparagiInsalata di asparagi verdiSformatino di Montasio su crema di asparagi verdiCrema di asparagiFarfalline agli asparagiAsparagi golosi in camiciaAsparagi alla gorizianaRisotto agli asparagiInsalatina sfiziosa di asparagi crudiFettuccine al Montasio e asparagi


Ricette > Cerca

Gnocchi di ricotta e crema d’asparagi

 Feed Rss  Segnala ricetta  English  Stampa  
 

di:

Ingredienti per 4 persone


Procedimento

1. Tagliare gli asparagi dividendo le punte dalla parte verde centrale, eliminare la parte finale bianca e amara. Tagliare a rondelle la parte verde.
2. Far soffriggere uno scalogno tritato con poco olio, aggiungere gli asparagi e bagnare con il brodo di pollo, lasciare cuocere per venti minuti. A cottura ultimata frullare il tutto e passare al cinese.
3. Sulla spianatoia mettere la ricotta con 2/3 del parmigiano, i tuorli d’uovo ed insaporire con sale, pepe e noce moscata, aggiungere un poco di scalogno stufato e spolverare con la farina, lavorare ottenendo un impasto sufficientemente compatto e formare gli gnocchetti.
4. Cuocere in acqua bollente salata le punte d’asparagi, unire gli gnocchi e poi saltarli in padella con la crema preparata; insaporire con prezzemolo tritato e una noce di burro crudo. Servire decorando con un crostino di parmigiano.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 20 minuti
Portata piatti asciutti
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno
Tipo di preparazione in padella

Commenti

Scrivi il tuo nome:

Scrivi un commento alla ricetta:

Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati