community | chi siamo | contattaci
registrati

utente password
voglio registrarmi!
password dimenticata?


Petuccia e ricotta


Ricette > Cerca

Gnocchi tramontini

 Feed Rss  Segnala ricetta  English  Stampa  
 
Gnocchi tramontini

di:

Ingredienti per 4 persone


Procedimento

1. Gnocchi tramontini 1Amalgamare la ricotta con la farina, il pecorino grattuggiato, il tuorlo d’uovo ed un pizzico di sale.
2. Gnocchi tramontini 2 Impastare e predisporre gli gnocchi.
3. Gnocchi tramontini 3Per il condimento
Saltare in padella la pitina, tagliata a fette, con un goccio di olio ed uno spicchio d’aglio con due rametti di timo. Sbollentare gli asparagi ed aggiungerli alla pitina in padella.
4. Gnocchi tramontini 4Cuocere gli gnocchi e far saltare in padella con la salsa/condimento preparato.
5. Gnocchi tramontini 5Versare il tutto nel piatto e guarnire con il “formai dal cit”.

Vino da abbinare

Friuli Grave Pinot Grigio Riserva DOC

Galleria fotografica



Ricetta realizzata dal sindaco Giampaolo Bidoli con l'allieva Ilaria Barcella della classe 2A Cucina di Aviano.

Note / consigli

Di seguito le descrizioni di alcuni nostri prodotti tipici.

LA PITINA 

La pitina è un prodotto tipico della Val Tramontina nato nella prima metà dell'800 per l'esigenza di conservare la carne il più a lungo possibile. Si tratta di una polpetta di carne di camoscio affumicata che può essere mangiata sia come affettato, che come carne accompagnata magari dalla polenta.

Origine del nome pitina
Secondo alcuni farebbe riferimento alla forma della polpetta di carne che ricorda una piccola forma di formaggio (chiamata peta).

Preparazione
Alla carne di camoscio tritata vengono aggiunti sale, pepe, aglio e un pò di vino rosso. La carne viene quindi compattata nella classica forma della polpetta e passata nella farina di polenta. A questo punto rimane ad affumicarsi per qualche giorno sopra un fuoco mai troppo vivo e dove bruciano legni di ginepro. Attualmente la pitina viene realizzata con carni di ovini senza aggiunte di altre carni. 

IL FORMAI DAL CIT

Il formai dal cit è un formaggio speziato, molle, tipico della nostra valle. Prende il nome dal recipiente in cui viene realizzato. Questo alimento è nato per l'esigenza di utilizzare le forme di formaggio non perfettamente amalgamate e perciò alterate (comunemente chiamate "Formaggio di tarisio".

La preparazione del formai dal cit
La sua preparazione è stata tramandata verbalmente di padre in figlio, e grazie a questa tradizione orale il procedimento originale è giunto fino a noi. Il formaggio, dopo essere stato ritrattato, veniva fatto a pezzettini, ricoperto di latte, panna e aromi naturali del luogo. Il tutto veniva mescolato fino ad ottenere una crema densa che veniva rigorosamente conservata in recipienti di pietra detti, appunto "cit".

LA RICOTTA DI PECORA E PECORINO

Da alcuni anni in Val Tramontina si è insediata un'Azienda Agricola Didattica "Sottosopra" che grazie all'allevamento delle pecore in un ambiente sano e ideale produce delle ricotte meravigliose e del pecorino saporito. Il pastore di origine Sarda trasferisce nel suo lavoro la sua esperienza e vitalità donando al prodotto finito qualità ed eccellenza.


Caratteristiche

Tempo di preparazione 30 minuti
Portata piatti asciutti
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno
Tipo di preparazione padella Bollito/lessato

Commenti

Scrivi il tuo nome:

Scrivi un commento alla ricetta:
il giorno 17/09/2012 ha scritto:

Peccato che in Germania non esiste ne la Pitina ne gli asparagi selvatici. Appena ritorno a Tramonti la farò di sicuro!!
il giorno 04/05/2012 ha scritto:

Per me rimane il migliore!
il giorno 25/04/2012 ha scritto:

Li farò al più presto, un bravo al sindic

Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati