community | chi siamo | contattaci
registrati

utente password
voglio registrarmi!
password dimenticata?


Ricette > Cerca

Latterini in carpione

 Feed Rss  Segnala ricetta  English  Stampa  
 
Latterini in carpione

di:

Ingredienti per 4 persone


Procedimento

1. Pulite, lavate e asciugate i latterini (con un uno strofinaccio).
2. Rovesciate in un piatto fondo la farina e rotolatevi bene il pesce.
3. Preparate sul piano di lavoro accanto al fornello un piatto ricoperto da un foglio di carta assorbente.
4. Versate in una padella l’olio e mettete sul fuoco. Quando l’olio sarà ben caldo (verificatene la temperatura immergendovi un pezzo di pane: se attorno si formeranno delle piccolissime bollicine è sufficientemente caldo), prendete una manciata di latterini e metteteli delicatamente nell’olio facendo attenzione a non bruciarvi. Friggete man mano il pesce e, a cottura ultimata, scolatelo dall’olio con l’aiuto di una schiumarola. Adagiatelo quindi sulla carta da cucina e salate.
5. Sbucciate lo spicchio d’aglio e tritate finemente il prezzemolo.
6. In una pentola fate riscaldare un cucchiaio d’olio, aggiungete lo spicchio d’aglio e il rametto di salvia e lasciate insaporire per 2 minuti. Versate quindi l’aceto e il vino. Fate bollire il tutto per alcuni minuti.
7. In una terrina sistemate i pesci fritti, cospargeteli di prezzemolo e infine versatevi sopra il composto liquido avendo cura di coprire completamente la frittura.
8. Lasciate marinare per almeno 6 ore e servite.

Vino da abbinare

Rosato

Note / consigli

Il latterino è un pesce di piccolissime proporzioni, molto diffuso nelle nostre zone costiere (spesso lo si confonde con i bianchetti). Può essere commercializzato fresco, congelato o inscatolato. Le sue carni gustose, leggermente amarognole, si apprezzano anche fritte.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 30 minuti
Portata antipasti e piatti d'apertura
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno
Tipo di preparazione Fritto

Commenti

Scrivi il tuo nome:

Scrivi un commento alla ricetta:
Max il giorno 29/02/2016 ha scritto:

Ottima ricetta. Per il commento precedente: ma vogliamo mettere il gusto dell'olio di oliva?
nate higgs il giorno 24/08/2015 ha scritto:

usare olio extravirgine per friggere e' una colossale scemenza: il punto di fumo e' molto basso, inoltre si perdono tutte le proprieta' nutritive dell'olio evo se si scalda a temperatura di frittura, meglio usare olio di girasole alto oleico ad alto punto di fumo.
Admin: certo (a parte che il punto di fumo dell'olio d'oliva è molto ALTO). Ma questa è la ricetta tradizionale.
carla bertini il giorno 13/05/2014 ha scritto:

mi sembra troppo vino e aceto per la quantità di pesce comunque grazie
Admin: no, vino e aceto sono nelle quantità corrette.
il giorno 17/10/2012 ha scritto:

anche se confermo pure io ,le migliori sono le anguille ,ma qualunque pesce intendo con lisca si puo aprezzare in carpione,sopratutto quelli di acqua dolce
il giorno 17/03/2010 ha scritto:

ottima, simpatizzo molto con la frittura marinata...ah le angueee

Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati