community | chi siamo | contattaci
registrati

utente password
voglio registrarmi!
password dimenticata?


Ricette > Cerca

Insalata di montagna

 Feed Rss  Segnala ricetta  English  Stampa  
 
Insalata di montagna

di:

Ingredienti per 4 persone


Procedimento

1. Pulite e lavate la valeriana.
2. Raschiate con un coltello i gambi degli asparagi, eliminatene la parte più legnosa e lavateli. Con dello spago da cucina legate gli asparagi a mazzetti di 5/6 pezzi. Riempite d’acqua una pentola alta e stretta, avendo cura di tenere le punte sopra il livello dell’acqua in modo che si cuociano al vapore senza spappolarsi. Portate ad ebollizione. Aggiungete sale grosso e fate cuocere gli asparagi per 3-4 minuti. Scolateli, adagiateli su un piatto e slegateli.
3. Riempite un pentolino d’acqua, sistemate all’interno le uova e fatele cuocere per 8 minuti dal momento in cui l’acqua comincia a bollire. Lasciatele raffreddare, sgusciatele e tagliatele in quattro parti
4. Prendete una teglia da forno, ricopritela con un foglio di carta da cucina e adagiatevi le fettine di speck. Mettete la teglia in forno e fate cuocere rapidamente le fettine sotto il grill caldo per 5 minuti o finché diventano croccanti. Estraete dal forno lo speck e spezzettatelo grossolanamente.
5. Con l’aiuto di un coltello o di una grattugia riducete la ricotta a scagliette.
6. Versate in una ciotola l’olio, l’aceto e il sale e, con l’aiuto di una forchetta o una frusta a mano, mescolate per 2 minuti gli ingredienti. Condite con questa emulsione la valeriana.
7. Al momento di servire, sistemate la valeriana condita nei singoli piatti. Distribuitevi sopra un po’ di speck croccante spezzettato, alcuni asparagi lessati, qualche scaglietta di ricotta affumicata e qualche spicchio di uovo sodo. Terminate con qualche foglia di valeriana e condite con 2 cucchiai di emulsione di olio e aceto balsamico.

Vino da abbinare

Pinot nero

Note / consigli

Numerose le proprietà benefiche della valeriana (ardielùt in friulano e matavilz in triestino), pianta erbacea perenne che cresce nel sottobosco umido fino a circa 2.000 metri (quella che acquistiamo noi ovviamente viene dalla serre). Il suo nome deriva dal verbo latino valere, che significa star bene. Il suo consumo è diffuso in tutta la regione.

Caratteristiche

Tempo di preparazione 20 minuti
Portata antipasti e piatti d'apertura
Origine Italia
Stagionalità primavera estate autunno inverno
Tipo di preparazione bollire/lessare

Commenti

Scrivi il tuo nome:

Scrivi un commento alla ricetta:

Home
Chi siamo
Community
Contattaci
A scuola di...
Cucina
Pasticceria
Sala
Bar
Speciali
Ricette
Cerca Ricetta
Chiedi allo Chef
Menù del weekend
Ricette dei Corsi
Corsi e Iscrizioni
Corsi in aula
Corsi per adulti
Dopo la 3a media
Lavoro
Trovare lavoro
Offerte di lavoro
Giovani qualificati